T-Shirt: Storia di un capo intramontabile

La magliettat-shirt o semplicemente tee, è un capo di abbigliamento di stoffa, senza bottoni e senza colletto. Può essere confezionata a maniche lunghe o a maniche corte, in tessuti naturali come il cotone, o in fibre sintetiche. Ci sono magliette a tinta unita oppure a fantasia o multi-colore.

20151016_165954

I primi esempi di indumenti simili ad una maglietta si diffusero a partire dal XVIII secolo, come indumenti intimi, e dal XIX secolo come capi da lavoro, vista la comodità e la mancanza del colletto, elemento distintivo di eleganza e dell’alta società.

I marinai dell’Ottocento ne indossavano una variante molto vicina al modello contemporaneo, caratterizzata dalle tipiche righe orizzontali.

Negli anni quaranta del Novecento poi, le Forze armate statunitensi adottarono la maglietta a girocollo come parte della divisa. L’uso della maglietta si diffuse  largamente in Europa proprio durante la seconda guerra mondiale.

La maglietta come indumento d’abbigliamento, però si consolidò negli anni cinquanta, anni in cui le tendenze e la moda americana aveva conquistato il mondo attraverso il cinema.

Attori celebri come James Dean o Marlon Brando indossavano sul grande schermo la tipica maglietta bianca a maniche corte sopra un paio di jeans, da quel momento la maglietta venne consacrato come capo very fashion e riconosciuto universalmente.

marlon brando tshirt

In realtà la t-shirt era in uso già presso gli Etruschi e ha continuato a vestire nobiltà e popolo per secoli, ma sempre e solo come indumento intimo.

La t-shirt tradizionale è una maglietta a maniche corte, girocollo e dal taglio del busto dritto che le conferisce la classica sagoma a forma di “T”.

Le magliette indossate dai giovani americani ed europei tra gli anni Cinquanta e Sessanta erano rigorosamente bianche, ma già alla fine degli anni Settanta si fecero strada le magliette colorate, per cominciare per le divise di squadre di calcio o di football americano.

Ma solo negli anni Ottanta  la t-shirt s’impose come capo d’abbigliamento creativo e veicolo comunicativo con  fregi e scritte ornamentali. Il messaggio trasmesso attraverso le t-shirt assunse le forme e i significati più disparati, ironici (i primi smile comparvero infatti su delle magliette), pubblicitari, politici o geografici.

Insomma un capo tanto semplice quanto rivoluzionario!

Un indumento che ha cambiato le sorti della storia della moda con la sua vocazione unisex e informale, senza colletto e senza bottoni, a maniche corte o lunghe, e si declina in una variante infinita di modelli, più o meno costosi.

beach-beautiful-day-881064

Insomma un capo da personalizzare ed attraverso cui possiamo esprimere la nostra personalità o il nostro umore, versatile ed intramontabile.

 

 

 

Un pensiero riguardo “T-Shirt: Storia di un capo intramontabile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...