Il viaggio di Marta- secondo episodio

La piccola era decisamente frastornata. Era accaduto tutto troppo in fretta. Nonostante la coccinella cercasse di rassicurarla, Marta aveva una strana sensazione… Ma non riusciva proprio a capire il motivo… Si guardava e riguardava intorno, ma niente.

Comunque in quella situazione non aveva molte alternative, così non le rimase altro da fare che seguire la coccinella.

img_20170802_110116.jpg
dav

Cammina, cammina arrivarono al primo dei luoghi magici:

Visionaria. Era un luogo assolutamente meraviglioso. Giardini pieni di fiori, alberi, case colorate, grandi, enormi, giochi per i bambini ovunque… Un sogno!

Anche le persone che abitavano lì erano bellissime, eppure c’era qualcosa che non andava. Tutti erano impegnati soltanto a specchiarsi, ognuno pensava a sé, i bambini non giocavano insieme e le mamme ed i papà non gli prestavano attenzione. Ma che mondo era?

dav

“Visto che bello?” disse la coccinella entusiasta

Ma Marta non era molto d’accordo: “A me non sembra così bello… Sono tutti… Soli…”

Allora la coccinella indispettita: “Ma Marta, cosa importa? Guarda dove vivono!”

Marta decise di non controbattere, così proseguirono in silenzio il loro viaggio…

Non ci volle molto per arrivare a: Audiolandia.

“Qui mia cara non potrai tenere gli occhi aperti, devi attraversare questo mondo con gli occhi rigorosamente chiusi!”

Marta, incuriosita da tale mistero, tentò di farsi spiegare la ragione di questa cosa che le sembrava veramente bizzarra, ma la coccinella rispose semplicemente che era una regola, che lì si usava così e che loro dovevano rispettare quella tradizione.

In realtà appena varcata la soglia di Audiolandia le venne naturale chiudere gli occhi, rapita da musiche armoniose e melodie soavi… Era una delizia per le orecchie, ma la curiosità era davvero tanta, troppa, così…

dav

Quello che la povera bambina vide era terrificante: creature spaventose e mostriciattoli tutti intorno a loro… Inziò a correre così veloce che la coccinella dovette sbattere le alette a più non posso per starle dietro.

Appena fuori da quella realtà orribile Marta si fermò affannata e la coccinella arrabbiatissima:

“Ti avevo raccomandato di tenere gli occhi chiusi! Cosa combini?”

“Ma era tutto mostruoso lì…”

“Non capisce proprio niente, meglio andare adesso…”

Marta, stanca e confusa, non ebbe la forza di ribattere e si rimise in marcia…

Nuovi mondi strani attendono Marta e la strana coccinella…

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...