Cosa e perchè si festeggia l’1 Novembre?

L’1 Novembre è giorno di festa, fantastico! Una giornata di riposo finalmente, almeno per molti di noi… Ma cosa e perchè si festeggia?

Origini 

L’1 Novembre è noto come Ognissanti, una celebrazione cristiana dedicata a tutti i Santi.

Probabilmente deriva dalla festa Dedicatio Sanctae Mariae ad Martyres, celebrazione della Roma antica in occasione della trasformazione del Pantheon in chiesa per tutti i martiri, tenutasi nel 609 sotto il pontificato di Bonifacio IV.

architecture-black-and-white-building-157251

Commemorazioni di Santi e Martiri sono sempre esistite, ma con giorni e periodi diversi dell’anno nel corso del tempo. All’epoca di Carlo Magno comunque si era già stabilito Novembre come mese deputato a questa ricorrenza.

L’ufficialità dell’1 Novembre si avrà però solo nell’835, grazie al re Luigi Pio, dietro richiesta di papa Gregorio IV, data in cui il pontefice consacrò delle reliquie in una cappella nella basilica di San Pietro.

Dove si festeggia

Come festa cristiana, questo giorno è particolarmente sentito nei paesi legati alla chiesa occidentale, seppur con varianti.

bible-blur-christ-372326

L’intento principale è onorare i Santi, cioè coloro che hanno oltrepassato lo stato di Beati e sono ufficialmente stati accolti in Paradiso.

Se il vostro nome non ha un giorno dedicato, allora questo è anche il giorno giusto per festeggiare il vostro Onomastico.

Curiosità

Piccola nota: la festa di Ognissanti è riconosciuta ed onorata anche dalla Chiesa Ortodossa orientale, ma è la Domenica seguente alla Pentecoste, quindi nel periodo pasquale.

dsc_0071_

 

 

 

Halloween: dove festeggiare?

Avete mai pensato di festeggiare Halloween in modo originale, magari in un contesto… Particolare che richiami davvero l’atmosfera paurosa e misteriosa di questa festa?

Ecco allora qualche idea:

una scelta molto azzeccata potrebbe essere quella di optare per uno dei paesi fantasma sparsi per il nostro bel paese… Rimarrete sorpresi da quanti sono…

In Basilicata c’è Craco, abbandonato in circostanze sconosciute e misteriose, non è mai più stato abitato …

storia-craco halloween loasidimartaemanu

In Abruzzo invece potete fare rotta verso Valle Piola, mentre in Liguria la vostra meta potrebbe essere Bussana Vecchia, in Lombardia invece c’è Codera, in Toscana Fabbriche di Caraggine e ce ne sono ancora ed ancora… Insomma qualsiasi sia la vostra regione troverete un luogo adatto.

Proprio a pochi Km da Roma si trova uno dei paesi più noti di questa tipologia e sorge in una splendida riserva ed è Monterano, con le sue rovine è sicuramente un luogo degno di Halloween.

EVENTI HALLOWEEN 2018

Vogliamo anche segnalare degli eventi organizzati per Halloween 2018:

Castello di Gropparello (Emilia Romagna): il 31 Ottobre, dalle 18:00, ospiterà varie attività paurose, sia al suo interno che nel bosco circostante, e per finire una cena per rifocillarvi, ma attenzione al fantasma Rosania Fulgosio… Si narra che la dama cerchi ancora di uscire dalla stanza dove era stata rinchiusa dal marito…

Castelli del Ducato di Parma: il programma di questi castelli è veramente ricco, per grandi e piccini.

castellodigropparello loasidimartaemanu

Animazioni, cene, percorsi a lume di candela…

Le iniziative si terranno dal 27 Ottobre al 4 Novembre. 

Da segnalare l’apertura straordinaria della prigione del Quattrocento del Castello di Scipione, l’aperitivo di Castell’Arquato a Rocca Viscontea, l’horror night e le fiabe a tema per i bambini.

Parchi tematici

Cinecittà World: quale miglior luogo del parco divertimenti dedicato al cinema per festeggiare Halloween? In fondo cosa sarebbe questa festa senza un bel Horror?

Potrete visitare set cinematografici, sfidare demoni, animali famelici e molte altre creature terrificanti. Nell’area Indiana Adventure potrete godervi l’Horror Show, l’Inferno Show e tentare… di sopravvivere…

Per quanto riguarda la musica saranno ospiti del parco i Mates e la cantante cubana Ydalia Suarez.

Monsterland, Scalo Farini: si può definire la più grande manifestazione per Halloween a Milano. Un’invasione di zombie a ritmo di artisti internazionali, ci saranno 7 dancefloor…

monsterland scalo farini loasidimartaemanu

Inferno Party, Miragica: il 31 Ottobre il parco pugliese ha in serbo per voi una … Nottataccia… Un’inferno ispirato alla Divina Commedia di Dante ed al suo Inferno, tra Caronte, Virgilio e tanti altri personaggi.

Spettacoli di fuoco, spettacoli teatrali tratti da fiabe e fumetti, nell’horror house attenzione a Freddie Krueger. Il tutto accompagnato da fantastico dj set.

Insomma c’è davvero l’imbarazzo della scelta… Ma mi raccomando… il tempo… Stringe…

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Cosa indossare ad Halloween 2018?

Si avvicina la festa più “paurosa” dell’anno e come ogni Halloween cambiano moda e tendenze da seguire per essere very cool!

Film, fumetti, cartoni animati, avvenimenti, eventi e personaggi famosi sono la maggiore fonte di ispirazione per Halloween… Quindi cosa bisogna indossare in questo Halloween 2018?

COSTUMI DI TENDENZA PER HALLOWEEN 2018

Fra le prime fonti di ispirazioni possono annoverare sicuramente le serie TV, prima fra tutte la mitica e stranota Game of Thrones. I costumi di Halloween ispirati ai personaggi di questa serie cult sono un must anche per il 2018!

game-of-thrones loasidimartaemanu

Non meno interessante il costume di Offred, protagonista dello show TV Handmaid’s Talecool e facile da realizzare: un abito rosso semplice con copricapo bianco e il gioco è fatto!

Non può mancare, essendo la festa “da paura” per eccellenza, l’ispirazione agli horror di quest’anno… E la recente ricomparsa del famoso e terribile pagliaccio It non può passare inosservata…

Fra le novità, soprattutto per gli adulti, c’è da segnalare i costumi ripresi da un’altra serie che sta riscuotendo un certo successo: Stranger Thingsnon a caso la prossima messa in onda è prevista proprio per il 31 Ottobre…

Ma Halloween 2018 non è solo questo… Sono tante le opzioni per trovare il costume adatto a voi, e se questi che vi abbiamo fin’ora citato non fanno al caso vostro, potete sempre buttarvi su qualcosa di diverso…

Donald Trump può essere un travestimento da tenere in considerazione, d’altra parte basterebbe un tailleur da uomo blu ed un … parrucchino…

Altra protagonista che potrebbe spopolare nel 2018 è Dolores, la bionda di Westworld. Un look da ragazza del West con abito a ruota celeste, cintura con fontina e pistola e, naturalmente, capelli biondissimi, per un Halloween alternativo!

dolores loasidimartaemanu halloween

Se invece non volete rinunciare al romanticismo neanche in questa occasione, tra i costumi più richiesti ci sono quelli da Regina Elisabetta, tornata alla ribalta grazie ad un’altra serie tv The Crown.

Super originale, soprattutto se siete in dolce attesa, l’idea di riproporre l’outfit di Beyoncè all’annuncio della gravidanza, quindi velo e fiori ovunque…

Se invece preferite qualcosa di più sexy potete trarre ispirazione dalla splendida Charlize Theron nei panni della sensualissima Atomica Bionda.

atomica-bionda-loasidimartamnau

Insomma che le possibilità sono davvero tantissime e che amiate gli horror o meno, Halloween rimane una buona occasione per divertirsi e spezzare un pò la solita routine…

Allora, tu di che costume sei?

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Halloween: storia di una festa da … Paura!

Forse non tutti sanno che la festa di Halloween non nasce in America, ma ha origini antichissime. Tante sono le testimonianze, ma la più accreditata vede le origini di questa festa in Irlanda, durante la dominazione Celtica. Halloween corrisponde infatti a Samhain, il capodanno celtico.

Dall’Irlanda, la tradizione è stata poi esportata negli Stati Uniti dagli emigranti, che raggiunsero il nuovo continente soprattutto dopo la terribile carestia dell’800.

La parola Halloween (in irlandese Hallow E’en), sarebbe la contrazione di All Hallows’ Eve, dove Hallow è una parola arcaica che significa Santo, la traduzione completa sarebbe perciò: vigilia di tutti i Santi.

La morte era il tema principale della festa, un po’ per celebrare anche la natura e inverno, una stagione in cui tutto è spoglio ed il freddo attanaglia le creature, mentre tutto continua sottoterra, dove, per antonomasia, riposano anche i morti.

candlelights-candles-dark-214334

I Celti alla vigilia di ogni nuovo anno, cioè il 31 ottobre, festeggiavano tra la paura della morte e degli spiriti e l’allegria dei festeggiamenti per la fine del vecchio anno. In questa notte raduni nei boschi e sulle colline erano d’obbligo e non si poteva rinunciare all’accensione del Fuoco Sacro.

La leggenda di “Jack-o’-Lantern”

Tra le leggende più note di Halloween c’è sicuramente quella “Jack-o’-Lantern”, di cui esistono molte varianti.

la-leggenda-di-jack-o-lantern_946831

La più diffusa è quella irlandese: Jack, un fabbro astuto, ma anche avaro e ubriacone, una sera al pub incontrò il diavolo.

A causa del suo stato d’ebbrezza, rischiò di mettere la sua anima nelle mani del demonio, ma ad un cero punto, Jack chiese al demonio di trasformarsi in una moneta, promettendogli la sua anima in cambio di un’ultima bevuta. Jack mise poi rapidamente il diavolo nel suo borsello, accanto ad una croce d’argento, così il demonio non poteva ritrasformarsi. Per farsi liberare il diavolo gli promise che non si sarebbe preso la sua anima per i successivi dieci anni e Jack lo lasciò andare.

Dieci anni dopo, il diavolo si ripresentò e questa volta Jack gli chiese di raccogliere una mela da un albero prima di prendersi la sua anima. Ma per impedire che il diavolo scendesse dal ramo, il furbo Jack incise una croce sul tronco. Soltanto dopo una lunga contrattazione i due giunsero ad un accordo: in cambio della libertà, il diavolo avrebbe risparmiato la dannazione eterna a Jack.

Durante la propria vita Jack commise però così tanti peccati che, quando morì, fu categoricamente rifiutato dal Paradiso e  quando si presentò all’Inferno, venne scacciato dal diavolo, memore  del patto, e ben felice di lasciarlo errare come un’anima tormentata.

close-up-creepy-dark-619418

Jack però si rivolse ancora una volta al diavolo e gli comunicò che lì dov’era faceva molto  freddo ed era davvero buio, così il diavolo gli tirò un tizzone ardente, che Jack posizionò all’interno di una rapa intagliata che aveva con sé.

Cominciò, così, da quel momento a vagare senza tregua alla ricerca di un luogo in cui riposarsi.

Quindi, se nella notte di Halloween, scorgete una lanterna con la fiammella accesa… Attenzione… Potrebbe essere Jack…

Riepilogo post Settembre

Nel mese della ripresa e del dopo vacanza vi abbiamo appassionato con il lato sportivo e ludico di Lisbona, vi abbiamo incuriosito con le avventure della nostra dolce Marta, vi abbiamo dato qualche informazione in più sulla moda e sull’optical art. 

Se vi siete persi qualcosa ecco a voi i link del mese di Settembre:

Repost: la camicia

Repost: Sperlonga

Il viaggio Di Marta-primo episodio

5 Giorni a Lisbona: gli stadi

L’Optical Art nella moda: storia di uno stile senza tempo 

Cosa vedere a Lisbona? Non rinunciate all’Oceanario

 

Riepilogo post Agosto

Nel mese delle vacanze per eccellenza vi abbiamo fatto innamorare di Lisbona, vi abbiamo incuriosito con le origini della festa di Ferragosto e vi abbiamo raccontato come amano viaggiare gli Italiani. Vi abbiamo fatto appassionare con la storia del nostro caro Fettuccino e vi abbiamo dato qualche informazione in più sul capo intramontabile: la t-shirt.

Se ve ne siete perso qualcuno ecco i link:

5 giorni a Lisbona: cosa vedere?

Una strana amicizia per Fettuccino -ultimo epijsodio

5 giorni a Lisbona: Cascais ed Estoril

Ferragosto: origini e tradizioni

T-Shirt: Storia di un capo intramontabile

5 Giorni a Lisbona: Cosa vedere? Parte Seconda

Italiani e Vacanze

Italiani e Vacanze

Le vacanze per molti Italiani stanno per terminare. Per varie motivazioni, a cominciare dal clima, il periodo estivo rimane quello preferito per andare in vacanza, ma se prima si parlava di circa 30 giorni di ferie, adesso la media si è decisamente abbassata, preferendo magari utilizzare i giorni restanti per concedersi una vacanza in un altro periodo dell’anno.

Ma come sono cambiate le abitudini degli italiani in vacanza?

La tradizione della vacanza inizia con il boom economico. L’acquisto di massa di nuove automobili e lo sviluppo della rete autostradale fanno si che la vacanza estiva prenda velocemente piede.

La riviera romagnola e la Versilia sono state le mete preferite per gli italiani tra gli anni ’60 e ’80. Molto gettonate anche le spiagge del Veneto e della Liguria, mentre al Sud il dominio era della Sicilia e della Calabria.

abstract-art-artistic-459882

Dalla metà degli anni ’80 si è registrato un notevole incremento dei viaggi all’estero: Spagna e Francia erano e sono ancora le mete preferite in Europa, mentre oltre continente trionfavano gli Stati Uniti, i Paesi del Maghreb e l’Egitto.

Dagli anni ’90 ad oggi, la tecnologia ha dato vita al fenomeno, sempre crescente, del turismo fai-da-te che, insieme alla nascita delle ormai numerose compagnie aeree low cost e la possibilità di prenotare online il proprio albergo/hotel/bed&breakfast, è diventato una prassi alla portata di tutti.

Così oltre alla tradizionali mete estive sono aumentati i viaggi verso le capitali europee, in generale per soggiorni più brevi da ripetere più volte all’anno.

accomodation-bed-hotel-97083

Gli anni 2000 hanno fatto scoprire a molti italiani il mare della costa balcanica, in particolare della Croazia, dopo la fine della guerra, mentre la paura di attentati terroristici ha visto una drastica riduzione dei soggiorni in mete come Egitto o  Nord Africa, a vantaggio dell’Europa e delle spiagge italiane.

Nel 2017 le destinazioni più amate in patria sono state Gallipoli, l’Isola d’Elba, Cattolica e Jesolo, mentre all’estero vanno fortissimo Grecia (Mykonos, Santorini e Creta) e Spagna, in particolare le Isole Baleari.

Fuori dall’Europa sono sempre di più gli italiani che scelgono il continente asiatico, con Bali (Indonesia) e Bangkok (Thailandia) a fare da capofila.

bali-beautiful-boats-394358

Quest’anno il numero degli italiani che hanno trascorso o trascorreranno una vacanza fuori èin leggero aumento. Moltissimi coloro che tra Giugno e Settembre si concederanno almeno un fine settimana.

Rispetto all’estate 2017 si registra un +0,5%., circa il 57,0% della popolazione  ha già fatto una vacanza nei mesi precedenti o la farà a Settembre.

Anche quest’anno in Italia il mare si conferma la meta preferita dagli italiani per le vacanze estive, scelto dal 67% dei viaggiatori. Seguono la montagna con il 9,5% delle preferenze, le località d’arte con il 7,3%.

Buono anche il risultato delle località termali (4,5%) e dei laghi (3,5%). Il 19,3% dei connazionali che si recheranno oltre confine visiteranno soprattutto le grandi capitali europee (49,5%) e le località marine ( circa 17,5%).

beach-clouds-dawn-262325

E voi come avete passato o passerete le vostre vacanze?

Raccontatecelo!

Ferragosto: origini e tradizioni

Ogni anno è consuetudine festeggiare il 15 agosto, meglio noto come Ferragosto, ma perché e cosa si celebra?

Le origini della ricorrenza del Ferragosto sono molto antiche, derivano infatti dalle Consulalia , feste romane in onore del dio Conso , divinità del raccolto dei granai. Durante queste feste ci si scambiava regali, recitando la frase “Bonas ferias consulales”  che divenne “Bonas feria augustales”, quando il nostro mese di Agosto fu dedicato all’imperatore Augusto, insomma un augurio molto simile al nostro “Buon ferragosto”!

Cesare Augusto decise poi, nel 18 d. C. , di istituire ufficialmente la festa di Ferragosto , le feriae Augustii (feste di Augusto), per celebrare i raccolti e la fine dei lavori nei campi. Questa festa permetteva ai lavoratori di riposarsi circa un mese, dopo un lungo anno di fatiche .

Nel corso dei festeggiamenti, in tutto l’impero romano, si assisteva a corse di cavalli, di asini e di muli, agghindati con fiori dai colori sgargianti . Questa antica tradizione continua ad esistere, per esempio nel Palio dell’Assunta, che si svolge a Siena il 16 agosto!

Dalla diffusione del Cristianesimo, in tutta Europa, la festa diventa nota con il nome di Assunzione di Maria (ossia il momento in cui la Vergine raggiunge il Paradiso).  Un tempo, in onore della Vergine, si organizzavano spettacolari processioni notturne con fiaccole e luci. Oggi, tipico spettacolo del 15 di agosto, sono soprattutto i fuochi d’artificio.

Il Ferragosto non fu sempre festeggiato il giorno 15, originariamente la festa cadeva il 1° agosto, solo per abbinarla al giorno in cui si commemora l’Assunzione di Maria la Chiesa Cattolica ottenne il suo spostamento.

In Calabria, e in genere nelle regioni dell’Italia del Sud, la Madonna dell’Assunta è festeggiata in moltissimi comuni e presso i Santuari Mariani.

Importante è quello di Dipodi a Feroleto Antico (Catanzaro), chiamato anticamente Santa Maria de Puris, da secoli luogo di meditazione e di preghiera.

Ancora oggi intorno al 15 agosto si recano folle di fedeli per partecipare alle liturgie dedicate alla Madonna e si svolge la tradizionale fiera.

Al Molo Caligoliano di Pozzuoli, il giorno di Ferragosto si fa la gara detta ‘O Pennone’ che consiste nel salire su un palo cosparso di sapone per recuperare una bandierina posta in cima.

Come detto, Ferragosto è sinonimo di scampagnata e quindi, cibo.

Secondo la tradizione italiana, il piatto per eccellenza è il piccione arrostito. Pare che questa usanza sia nata in Toscana, in epoca carolingia.

A Roma, piatto forte è il pollo in umido con i peperoni. Non è raro che sia preceduto dalle fettuccine ai fegatelli. Il pasto viene chiuso con una bella fetta di cocomero freddo.

Insomma le curiosità e le tradizioni legate a questa data sono davvero tantissime, cambiano per luogo e addirittura per famiglia… Quindi qualsiasi sia la vostra usanza non ci resta che augurarvi un sereno Ferragosto!

5 Agosto 2018: Domenica nei musei statali

Basilicata.pngBasilicata