Dove andare il weekend dell’8 Dicembre? Ecco qualche suggerimento

Anche Novembre si avvia alla conclusione ormai, si inizia a pensare al Natale ed alla sua magia, ma, soprattutto, dopo un lungo mese, finalmente un fine settimana “di festa” , con tanto di 8 Dicembre evidenziato sul calendario! Loveeee

Quindi perchè non approfittare di questa occasione per iniziare a respirare l’atmosfera natalizia e tuffarsi nel clima tipico da Jingle bells? O semplicemente perchè non staccare un pò dalle fatiche quotidiane e cambiare area?

Ecco allora un pò di suggerimenti utili…

Mete da non perdere per il weekend dell’8 Dicembre:

  • Porto: una delle città più note del Portogallo, qui  potrete trascorrere giorni straordinari. La città è il risultato di un bilanciato  mix tra arte e cultura, buon cibo ed ottimo vino! Inoltre, cosa più importante i costi da sostenere per andare a Porto durante il Ponte dell’Immacolata 2018 non sono affatto alti, soprattutto se prenotate adesso.
  • Tallin: se preferite invece un clima più rigido la soluzione potrebbe essere Tallinn, meta obbligata per tutti gli amanti dei Mercatini di Natale. La capitale dell’Estonia è infatti una città gettonatissima in questo  periodo dell’anno, ma, badate bene, è da prendere in considerazione solo se non temete il freddo.
  • Atene: non si direbbe, ma anche la capitale greca è una opzione molto interessante per l‘8 Dicembre. L’affascinante arte e la cultura greca vi allieteranno, sicuramente Atene è ricca di bellezze da scoprire. Anche in questo caso i prezzi non sono molto elevati, rendendola abbastanza abordabile!
  • Bilbao: se amate la Spagna questa è l’occasione perfetta per recarvi in una città futuristica che ospita anche  lo spettacolare museo Guggenheim… Merita assolutamente di essere visitato! Se prenotate già da adesso il volo e l’hotel, la vostra vacanza a Bilbao  è sicuramente una scelta conveniente.
  • Nizza: la Francia durante il periodo di Natale offre molteplici possibilità. In particolare vi segnaliamo la cittadina di Nizza che dall’ 8 Dicembre si accende con luci, colori, suoni, tutto per Babbo Natale e i suoi aiutanti Elfi. Il profumo di cannella e dei deliziosi dolci tipici francesi invade le strade. Che ne dite di gustarveli mentre passeggiate per la città? Inoltre, se avete un pò di tempo in più  potreste raggiungere Montecarlo e altre città della Costa Azzurra, rimanendo su un budget low cost.
  • Per chi invece non vuole lasciare il nostro Bel Paese, suggeriamo il Trentino. Qui gli impianti sciistici saranno aperti e pronti ad accogliervi. Tante le località da visitare, Madonna di Campiglio, le innumerevoli valli, insomma non c’è che l’imbarazzo della scelta. Le vie dei paesini e delle città trentine saranno addobbate a festa, con tanto di alberi e presepi. Tantissimi poi anche qui i Mercatini di Natale: da quelli tradizionali di Arco e Trento a quello di tradizione asburgica di Levico. Per chi invece prediligi i piccoli borghi consigliamo San Lorenzo in Banale, Canale di Tenno e simili che tra loggiati e porticati vi regaleranno un’esperienza unica.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Cosa si festeggia il 14 Luglio?

Il 14 luglio è sicuramente una data simbolo per tutti i francesi. Ma perché è così importante e cosa si celebra?

In questa data si ricorda La presa della Bastiglia da parte dei cittadini francesi, avvenuta precisamente martedì 14 luglio 1789 a Parigi. Fu un evento centrale della Rivoluzione che concretizzò la fine dell’antico regime. L’avvenimento assunse un enorme significato simbolico, a tal punto da essere considerato l’inizio della Rivoluzione.

Il 21 maggio 1880, il deputato Benjamin Raspail propose, di stabilire, il 14 luglio come festa nazionale in commemorazione annuale del 14 luglio 1790 (il giorno della Festa della Federazione). Il 14 luglio 1789 (giorno della presa della Bastiglia) era considerato un giorno sanguinoso, ma cruciale, così la proposta della Festa della Federazione ottenne la maggioranza dei voti.

festa14luglioparigi loasidimartaemanu

Dal 1995 al 2006, durante la presidenza di Jacques Chirac, veniva addirittura tenuto il discorso dal Presidente della Repubblica Francese a reti unificate televisive, un po’ come il nostro di fine anno.

Mentre i festeggiamenti nei giardini dell’Elysee vennero istituiti nel 1978 dalla presidenza di  Valéry Giscard d’Estaing. Nel 2007, Nicolas Sarkozy, ha voluto interrompere l’appuntamento per il discorso dicendo di voler parlare alla nazione solo quando veramente necessario, così come i festeggiamenti  nei giardini dell’Elysee , annullati nel 2010, a causa del momento di crisi economica.

14 luglio: accadde oggi

Ma ci sono anche altri eventi legati al 14 Luglio:

Nel 1865, in questo giorno, una cordata di sette persone guidata dall’alpinista inglese Edward Whymper e dalla guida alpina francese Michel Croz raggiunge per la prima volta la vetta del Cervino. Purtroppo lo stesso giorno, durante la discesa, quattro dei sette alpinisti muoiono precipitando accidentalmente per oltre 1000 metri.

Monte-Cervino loasidimartaemanu

Il 14 Luglio del 1948, a Roma, Antonio Pallante, studente universitario, spara 4 colpi di pistola a Palmiro Togliatti. 3 lo colpiscono. L’attentato a Togliatti causa gravi disordini, che secondo i giornali dell’epoca sfiorano la guerra civile.

Nel 1965, sempre oggi, la sonda statunitense Mariner 4 raggiunge per la prima volta Marte. Invierà alla Terra un totale di 21 foto.

marte loasidimartaemanu

Restiamo nello spazio: il 14 Luglio 2008, l’asteroide 2008 BT18 passa vicino alla Terra.

Nel 2015, invece, la sonda New Horizons raggiunge Plutone.